© 2019 Ján Figeľ

RSS Feed

Juncker, nuovo inviato speciale UE per la libertà religiosa nel mondo, “Sono sicuro che Ján Figeľ ci aiuterà in questa impresa”

May 9, 2016

Juncker, annunciato nuovo inviato speciale UE per la difesa e promozione della libertà religiosa nel mondo, venerdì  6 maggio in occasione della cerimonia di consegna del premio Carlo Magno al Santo Padre Francesco nella Sala Regia del Vaticano. L’incarico è stato affidato a Ján Figeľ, precedentemente Commissario Europeo e politico slovacco (Primo Ministro tra il 2010 e il 2012), il cui compito sarà la “promozione della libertà di religione e di credo al di fuori dell’Unione Europea”.

 

Mandato annuale rinnovabile, questo nuovo ruolo è stato richiesto dalla risoluzione del Parlamento Europeo dello scorso 4 febbraio 2016. “Data l’importanza di promuovere e proteggere la libertà di religione e credo al di fuori dell’Unione Europea, nel contesto del dialogo e dei programmi di assistenza con paesi terzi, l’Inviato Speciale opererà come consigliere speciale del Commissario per la Cooperazione Internazionale e lo Sviluppo, Neven Mimica” – si legge nel comunicato stampa.

 

“La miseria del mondo non può lasciarci indifferenti, la miseria del mondo è una questione che riguarda anche noi” ha affermato il Presidente Junker, nel corso della premiazione del Pontefice, il quale dopo i ringraziamenti ha condiviso la propria speranza per un’Europa della famiglia “dove sposarsi e avere figli sono una responsabilità e una gioia grande e non un problema dato dalla mancanza di lavoro”, in un orizzonte che abbracci tutta la dignità della persona umana dal bambino all’anziano, dal malato al migrante.

 

“La libertà religiosa è un principio coessenziale alla fondazione dell’Unione Europea”, ha dichiarato Junker, “l’incessante persecuzione di minoranze religioe ed etniche rende sempre più essenziale proteggere e promuovere questa libertà all’interno e all’esterno dell’UE”.

 

Finalmente, dunque l’Europa intraprende un importante passo concreto che non rimane mero intento, andando così “oltre le dichiarazioni politiche e le risoluzioni”, commenta Sophia Kuby, director of EU advocacy per ADF International.

“ADF International dà il benvenuto alla istituzione dell’Inviato Speciale” prosegue Kuby, “siamo convinti che questo nuovo inviato sarà voce a chi ora ne è privo, dando inizio ad un nuovo capitolo in cui l’UE prende più seriamente in considerazione i propri doveri nei confronti dei diritti umani”.

 

Articolo: http://www.matchman-news.com/junker-inviato-speciale-ue-la-liberta-religiosa-nel-mondo-sicuro-jan-figel-ci-aiutera-questa-impresa/

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

By language
Please reload

Latest - Najnovšie - Actualités

November 11, 2019

September 29, 2019

Please reload